Come ritardare e annullare l'invio delle email con Outlook su Windows

Come ritardare e annullare l'invio di una email con Outlook per correggere errori e fare modifiche

Gmail, la casella di posta elettronica di Google, di default è provvista della funzione che permette di annullare l'invio di una email (a propria discrezione entro un minimo di 5 secondi o un massimo di 30 secondi) dal momento in cui si è cliccato il tasto "Invia".

Caratteristica molto comoda da abilitare in quanto offre all'utente un lasso di tempo utile per rimediare all'invio di email per le quali magari ci si è dimenticato di allegare dei file, di inserire l'oggetto, correggere errori e via dicendo.

Se come casella di posta elettronica si sta utilizzando il programma Microsoft Outlook è bene sapere che all'occorrenza  anche su questo software è possibile ritardare l'invio delle email così da poterlo annullare in caso di omissioni e/o errori. Vediamo come.

1. Per servirsi di questa funzione è necessario creare un'apposita regola, dunque in Outlook (in questo caso Outlook 2010) portarsi in File > Informazioni e qui nel campo "Regole e avvisi" cliccare il pulsante "Gestisci regole e avvisi".

2. Nella finestra "Regola e avvisi" che verrà visualizzata cliccare il pulsante "Nuova regola..." che a sua volta aprirà subito dopo la finestra "Creazione guidata Regole" nella quale come nell'esempio sotto in figura:
Creazione guidata regole Outlook 2010
nella sezione "Crea nuova regola" si deve selezionare l'opzione "Applica regola ai messaggi inviati" e confermare cliccando il pulsante "Avanti". Nella successiva schermata lasciare tutto così com'è e cliccare ancora il pulsante "Avanti" quindi confermare cliccando il pulsante "Si" della notifica "La regola verrà applicata ad ogni messaggio inviato. Continuare?" che verrà visualizzata.

3. Nella successiva schermata, nel "Passaggio 1" individuare e selezionare l'opzione "ritarda recapito di alcuni minuti" (sotto in figura):
Creare regola Outlook 2010 ritardo invio email
e subito sotto nel "Passaggio 2" cliccare il link "alcuni" per far comparire la piccola finestra "Ritarda recapito" nella quale si dovrà ora indicare di quanto tempo ritardare l'invio delle email (minimo 1 minuto); confermare cliccando "OK" poi il pulsante "Applica" e il pulsante "Fine" per chiudere la finestra "Creazione guidata Regole" e infine cliccare il pulsante "Applica" e "OK" per confermare e chiudere la finestra "Regole e avvisi".

La regola per ritardare l'invio delle email con Outlook è stata creata correttamente, dunque da ora in avanti dopo aver cliccato il pulsante "Invia" le email verranno effettivamente inviate soltanto dopo il tempo di ritardo specificato in precedenza.

Nel caso in cui ci si accorge di aver inviato una email contenete errori e omissioni si avrà così il tempo di annullare l'invio per apportare le opportune correzioni. Ricordo che per annullare l'invio di una email è sufficiente spostarsi nella cartella "Posta in uscita", qui fare un clic destro sull'email che sta per essere inviata e nel menu contestuale che verrà visualizzato cliccare l'opzione "Elimina" per spostare l'email nel cestino annullando così l'invio.

Non resta che accedere alla "Posta eliminata", riaprire l'email in questione, apportare le dovute modifiche e infine inviare nuovamente l'email, questa volta corretta.

LEGGI ANCHE: App Android per ritardare, annullare, programmare l'invio di SMS

4 commenti

Molto utile quando si invia.
Per prevenire lo scaricamento di virus, c'è un modo su Outlook di mostrare la vera estensione dei files allegati nella posta in arrivo?
Non vorrei scaricare un .pdf.exe al posto di un semplice .pdf, ad esempio.

Rispondi

Su Outlook 2010 l'estensione del file viene visualizzata. Ad ogni modo per scoprire la vera estensione dell'allegato basta farci sopra un clic destro di mouse, nel menu contestuale cliccare "Salva con nome" (o simile) e nella finestra di conferma salvataggio (senza andare a salvare niente per ora) verrà visualizzata la reale estensione nei campi "Nome file" e "Tipo file".

Rispondi

Ma certo, fare "finta" di salvare l'allegato per ispezionarlo, grazie Vinnie.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati