Hard disk esterni: caratteristiche da valutare prima dell'acquisto

Le più importanti caratteristiche di un hard disk esterno da prendere in considerazione per l'acquisto

Disporre di un hard disk esterno è una soluzione quasi obbligatoria ormai e che può tornare utile in diverse circostanze come ad esempio: salvare i backup del sistema operativo e/o di documenti e file importanti, archiviare collezioni musicali, collezioni di foto, collezioni di film e di giochi senza gravare sull'hard disk interno del computer, e ovviamente per trasferire file da e tra più PC.

Se si sta optando all'acquisto di un hard disk esterno ci sono alcuni aspetti importanti da valutare oltre alla quantità di memoria  a disposizione. A tale proposito a seguire andiamo a vedere le principali caratteristiche da prendere in considerazione prima di comprare un hard disk esterno.
hard disk esterno
Capacità
Lo spazio di archiviazione disponibile di un hard disk e in generale di qualsiasi unità di memoria è la prima caratteristica da valutare.

In base all'uso che si deve farne ci si deve porre la domanda: Quanto spazio mi serve? Se si devono archiviare pochi file vanno bene anche i tagli più piccoli da 250 GB; diversamente se si è intenzionati al trasferimento e/o archiviazione di grossi quantitativi di file quali backup, collezioni musicali, collezioni di film, collezioni di foto e quant'altro ancora, allora è bene puntare a hard disk esterni con capacità minima non inferiore ai 500 GB.

Ma dato che per differenza di poche decine di euro (10-20 euro) è possibile acquistare hard disk da 1 TB (1000 GB) sarebbe più conveniente puntare direttamente a questo taglio raddoppiando così lo spazio di archiviazione a disposizione così da stare tranquilli anche in futuro qualora eventualmente dovesse capitare di aver bisogno di maggiore capacità evitando l'acquisto di un nuovo hard disk.

LEGGI ANCHE: Perché c'è meno spazio di quello dichiarato nell'hard disk, chiavetta USB, scheda SD?

Dimensione
La dimensione dell'hard disk estero è un'altra caratteristica da tenere in considerazione in base all'uso che se ne deve fare.

Gli hard disk esterni sono disponibili in dimensione da 2.5 pollici (più piccoli) e 3.5 pollici (più grandi). Va da se che se si ha intenzione di portare di frequente con se l'hard disk esterno è più conveniente optare a un 2.5 pollici in quanto decisamente più compatto e leggero di quello a 3.5 pollici, dunque facilmente trasportabile anche nella tasca dei pantaloni o del giubbotto.

Diversamente se l'intenzione è di destinare l'hard disk esterno a stare sempre sotto alla scrivania, allora va bene il formato più grande di 3.5 pollici, che spesso e volentieri a parità di capacità con quelli da 2.5 pollici costa qualcosina in meno, dunque il vantaggio in tal caso, seppur minimo, è il risparmio.

Alimentazione
Al fine del trasporto c'è anche da considerare l'alimentazione dell'hard disk: autoalimentato oppure con alimentazione esterna.

Tutti gli hard disk esterni da 2.5 pollici sono autoalimentati, ovvero per poter funzionare devono soltanto essere collegati alla porta USB (del computer ad esempio) tramite il cavo fornito in dotazione. Al contrario svariati hard disk esterni da 3.5 pollici per funzionare necessitano dell'alimentatore di corrente esterno (fornito in dotazione con l'HDD) in quanto il solo cavo USB, che in questo caso ha come unico scopo il trasferimento dei file, non è sufficiente.

Dunque tornando al discorso del trasporto tenere in considerazione che al normale ingombro dell'hard disk da 3.5 pollici ci sarà da aggiungere anche quello dell'alimentatore e perciò per forza di cose per portarsi il tutto appresso sarà inevitabilmente necessario uno zainetto.

Standard USB
Altra caratteristica da tenere in considerazione è lo standard USB, ovvero la tipologia di connettore dell'hard disk esterno. Gli standard più diffusi sono: USB 2.0 e USB 3.0, quest'ultimo retrocompatibile con l'USB 2.0.

USB 3.0 è lo standard più veloce con velocità di trasferimento teorica di ben 4,8 Gbit/s contro i 480 Mbit/s dello standard USB 2.0, ben 10 volte superiore.

Tenere però in considerazione che le elevate prestazioni di trasferimento previste dallo standard USB 3.0 avranno luogo soltanto nel caso in cui l'hard disk verrà collegato a una porta USB 3.0 (ovvero pieno collegamento USB 3.0); diversamente se si collegherà l'hard disk a una porta USB 2.0 la velocità di trasferimento non sarà affatto così performante, ma ad ogni modo un po' più superiore rispetto a quella normalmente offerta da un pieno collegamento USB 2.0.

Dunque a parità di prezzo (o per differenza di pochi euro) e caratteristiche è sempre conveniente optare per un hard disk esterno USB 3.0 per godere a pieno o in parte (se non è disponibile una porta USB 3.0) delle prestazioni in trasferimento previste da questo standard.

LEGGI ANCHE: Come riconoscere al volo porta e chiavetta USB 2.0 e 3.0

RPM
Il tempo di accesso ai dati dell'hard disk viene espresso in rotazioni/giri per minuto (RPM); più è alto il valore RPM più veloce sarà l'hard disk nel reperire i file e dati presenti in memoria.

Gli hard disk esterni in commercio sono disponibili con velocità rpm di 5400 e 7200 (o altra variante compresa fra questi due valori). Solitamente, ma non sempre è così, gli hard disk esterni da 2.5 pollici hanno velocità rpm di 5400, mentre quelli da 3.5 pollici hanno velocità rpm di 7200.

Pur se, a parte casi specifici in ambito professionale, la velocità RPM non è una caratteristica fondamentale da tenere i considerazione, anche in questo caso a parità di prezzo (o per differenza di pochi euro) e caratteristiche è conveniente optare per l'hard disk esterno con velocità RPM più alta.

SSD o HDD?
Sono indubbi i vantaggi delle unità stato solido (SSD) rispetto ai tradizionali hard disk (HHD) fra i quali in primis l'elevata velocità di scrittura e lettura fino a 50 volte superiore. Ma il problema principale è che, seppur in continua diminuzione rispetto al passato, il prezzo degli SSD è ancora troppo elevato e a parità di spazio di archiviazione si andrebbe a spendere anche più del triplo rispetto a un HDD.

Restando sempre in tema di acquisto di PC, periferiche hardware e cellulari, potrebbero tornare utili questi altri consigli all'acquisto:
- Caratteristiche che deve avere un computer buono da comprare nuovo
- Comprare chiavetta USB, caratteristiche da prendere in considerazione
- Caratteristiche minime che deve avere un buon cellulare da comprare nuovo
- Comprare la scheda SD più adatta tenendo in considerazione velocità, capacità e dimensioni
- TV e Monitor LED, LCD e Plasma: miti da sfatare prima di comprare

2 commenti

Grazie per gli ottimi suggerimenti unica osservazione è sulla capacità, come preferenza personale opto per 2 HD esterni da 500GB che 1 da 1Tb, in caso di rottura e/o impossibilità di lettura si perderebbero in un solo attimo 1 Tb di file video, audio, documenti etc etc

Rispondi

Giusta precauzione, anche se dovendo comprare due hard disk li prenderei entrambi da 1 TB piuttosto che da 500 GB dato che ormai la differenza di prezzo è di 15-20 euro.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati