Pianificazione del riavvio per installare gli aggiornamenti in Windows 10

Come funziona la pianificazione del riavvio del PC per l'installazione degli aggiornamenti Windows Update in Windows 10

Per impostazione predefinita di sistema sia Windows 10 Home che Pro scaricano automaticamente gli aggiornamenti Windows Update quando il PC è connesso a internet.

Inoltre in entrambe le edizioni al termine del download se il PC risulta essere inutilizzato per qualche tempo verrà riavviato in automatico per consentire l'installazione degli update.

Su Windows 10 Home e Pro l'utente ha comunque la possibilità di pianificare il riavvio del computer per l'installazione degli aggiornamenti, all'ora e in data desiderata (fra gli intervalli temporali messi a disposizione). A tale proposito a seguire andiamo a vedere come pianificare il riavvio del computer per l'installazione dei Windows Update scaricati su Windows 10 Pro e Home.

Per prima cosa è necessario accedere in "Impostazioni" (dal menu Start, dal Centro notifiche o con la scorciatoia Windows+I), portarsi in Aggiornamento e sicurezza > Windows Update e qui fare un clic di mouse sul lino "Opzioni avanzate". Dunque come nell'esempio sotto in figura:
Opzioni avanzate Windows Update Windows 10
in "Scegli come installare gli aggiornamenti" selezionare l'opzione "Notifica per la pianificazione del riavvio" in maniera tale che una volta scaricati gli aggiornamenti si abbia la possibilità di programmare il riavvio del computer evitando che avvenga invece in automatico.

Fatto ciò, quando sul PC il download dei Windows Update è terminato, tornando alla schermata Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update verrà visualizzato il tool per la pianificazione del riavvio (sotto in figura):
E' stato pianificato un riavvio Windows 10
Più nello specifico nella sezione "È stato pianificato un riavvio" si può scegliere di programmare il riavvio del computer per il giorno corrente all'orario predefinito 03:30 oppure si può attivare l'opzione "Seleziona un orario per il riavvio" attraverso la quale si avrà modo di indicare l'ora desiderata e il giorno.

Per quanto riguarda il giorno si può scegliere fra: oggi, domani, oppure fra due, tre, quattro o sei giorni; ovvero se l'aggiornamento è stato scaricato oggi 6 Agosto 2015, per installarlo si potrà pianificare il riavvio del PC rimandandolo al massimo al 12 Agosto 2015 ma non oltre.

E questa, oltre al fatto di non poter decidere quando e se scaricare gli aggiornamenti, è un'altra limitazione dei Windows Update di Windows 10.
Ma la limitazione ancora più grande è che nonostante si abbia programmato il riavvio del PC fra tot tempo e/o tot giorni, appena si spegne o si riavvia il computer (prima di quando indicato nella pianficazione), gli aggiornamenti verranno comunque installati durante la fase di spegnimento o riavvio del PC.

Di conseguenza la pianificazione del riavvio per l'installazione dei Windows Update ha solamente senso nel caso in cui si tenga sempre acceso il computer 24 ore su 24; diversamente non serve a niente se non ad evitare che il computer si riavvi da solo in automatico dopo il download.

A tale proposito consiglio la lettura di queste altre due guide: Windows 10 ricevere notifica e decidere se installare gli aggiornamenti o no e Bloccare l'installazione automatica di specifici aggiornamenti di Windows 10.

4 commenti

si potrebbe installare time freeze e ...fregare il signo windows.
è una cosa stupida?
Pio Popolo

Rispondi

ciao volevo segnalare ma sicuramente lo avrete visto, che anche sulla versione home si può evitare il riavvio automatico dopo gli aggiornamenti impostando NOTIFICA PER LA PIANIFICAZIONE DEL RIAVVIO ,in questo modo decide l'utente quando riavviare il pc

Rispondi

Scrambler_900 grazie della segnalazione molto utile, perché avendo Windows 10 Pro mi sono affidato alle dichiarazioni di Microsoft di qualche tempo fa. ;)

Rispondi

No non funzionerebbe, ma si possono disattivare gli aggiornamenti con qualche stratagemma che spiegherò a breve sul blog :)

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati