Microsoft porta la telemetria e raccolta dati anche su Windows 7 e 8.1

La telemetria e raccolta dati di Windows 10 arriva anche su Windows 7 e 8.1, come disattivarla

Se si è preso la decisione di restare su Windows 7 o Windows 8.1 e non di aggiornare a Windows 10 perché si ritiene il nuovo sistema operativo un po' troppo spione a livello di privacy, è bene sapere che non si è proprio così al riparo come si crede.

Difatti di recente Microsoft ha rilasciato una serie di quattro aggiornamenti che una volta installati portano anche su Windows 7 Service Pack 1 (SP1), Windows 8.1, Windows Server 2012 R2 e Windows Server 2008 R2 SP1 la telemetria e la raccolta e invio dati circa l'utilizzo del computer, proprio come accade, seppur in scala ridotta, su Windows 10.
Aggiornamenti telemetria Windows 7 e 8.1
Se in questa guida abbiamo visto quali impostazioni di Windows 10 che hanno a che fare con la privacy è possibile disattivare, e in quest'altro articolo abbiamo visto cos'è la telemetria e la raccolta dati di Microsoft e come fermarla, su Windows 7 e 8.1 per evitare ciò è necessario stare attenti a non installare i Windows Update incriminati ovvero: KB3068708, KB3022345, KB3075249, KB3080149. I quali come riportato dalla stessa Microsoft:
"This update introduces the Diagnostics and Telemetry tracking service to in-market devices. By applying this service, you can add benefits from the latest version of Windows to systems that have not yet been upgraded. The update also supports applications that are subscribed to Visual Studio Application Insights" che tradotto

"Questo aggiornamento introduce il servizio di diagnosi e tracciatura telemetrica per dispositivi sul mercato. Applicando questo servizio, è possibile aggiungere i vantaggi della versione più recente di Windows a sistemi che non sono ancora stati aggiornati. L'aggiornamento supporta anche le applicazioni che sono state registrate in Visual Studio Application Insights."
Al contrario, se tali aggiornamenti verranno installati allora dati e info del computer, sistema operativo, programmi, app e quant'altro ancora saranno inviate a Microsoft appunto al fine della raccolta dati "per questioni di efficienza operativa e per fornire all'utente le migliori esperienze possibili con i servizi".

Se non si è d'accordo con ciò e dunque non si desidera essere monitorati in tal senso, allora la prima cosa da fare è controllare che sul PC la presenza o meno dei quattro aggiornamenti colpevoli della telemetria e raccolta dati, ed eventualmente nel caso in cui risultino effettivamente installati procedere con la loro disinstallazione come spiegato in questa guida apposita.

Fatto ciò, nel caso in cui in Windows Update fra quelli disponibili si ripresentassero nuovamente questi aggiornamenti, per evitare di trovarseli sempre davanti e/o installarli per sbaglio, farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccare l'opzione "Nascondi aggiornamento".

LEGGI ANCHE: Bloccare l'installazione automatica di specifici aggiornamenti di Windows 10

4 commenti

Gli aggiornamenti KB3075249, KB3080149 io non li trovo.
Cosa posso fare?
Grazie.

Rispondi

Allora ok, significa che non sono installati sul PC. Non devi fare niente. :)

Rispondi

guida molto utile grazie.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati