Windows 7 fine del supporto Mainstream, cosa significa e cosa succede ora

Il 13 Gennaio 2015 è finito il supporto Mainstream di Windows 7, cosa significa e cosa succede ora

Windows 7 venne lanciato da Microsoft nel 2009 diventando negli anni, forte anche del flop Windows Vista e del datato e non più supportato Windows XP, il sistema operativo attualmente più popolare tanto che ad oggi è installato su oltre il 50% dei computer di tutto il mondo.

Ma anche per Windows 7 il tempo passa e proprio ieri, 13 Gennaio 2015, a cinque anni dalla sua uscita è terminato il supporto Mainstream.

Ma niente panico in quanto la situazione non è la stessa che ha interessato Windows XP l'8 Aprile 2014, bensì si tratta di tutt'altra cosa. Dunque che cosa è successo? Che cosa significa?

Il supporto Mainstream (o supporto principale) è la prima di due fasi del ciclo di vita dei sistemi operativi Microsoft, appunto: il Supporto Mainstream e il Supporto Extended. Entrambe hanno durata di 5 anni ognuna e ieri 13 Gennaio 2015 si è conclusa la fase Mainstream di Windows 7.
Durante il supporto Mainstream, che inizia con la data di lancio del sistema operativo, durante i suoi primi 5 anni l' OS riceve aggiornamenti di sicurezza e non, hotfix correlati alla sicurezza, nuove funzionalità e assistenza tecnica online e/o telefonica a pagamento o gratuita a seconda del tipo di contratto.
Conclusa la fase Mainstream si passa alla fase Extended che dura altri 5 anni ma che segna la fine di alcune tipologie di supporto previste in Mainstream. Più nello specifico, il sistema operativo, in questo caso Windows 7, non riceverà più nuove funzionalità da parte di Microsoft di conseguenza alcune eventuali future tecnologie potrebbero non essere supportate dall'OS in questione. Inoltre scade anche il supporto online e/o telefonico gratuito che adesso, per chi ne avrà necessità, sarà solo a pagamento.

Ma a parte ciò fino al 14 Gennaio 2020 da parte di Microsoft Windows 7, ora in fase di supporto Extended, continuerà a ricevere normalmente e sempre gratuitamente le patch e gli aggiornamenti per la sicurezza Windows Update, dunque il computer sarà comunque sicuro per altri 5 anni.

Inoltre la scadenza del supporto Mainstream non va ad influire in alcun modo sulla presenza di Windows 7 sui nuovi computer in quanto acquistando un PC con Windows 8.1 Pro è ancora possibile fare il downgrade a Windows 7 Professional; fra l'altro dato che Microsoft non ha comunicato alcuna data di ritiro dal mercato, per un bel po' di tempo sarà ancora possibile acquistare computer nuovi con installato Windows 7 Professional invece che Windows 8.1 Pro.

Ovviamente con il prossimo lancio di Windows 10 (che avverrà forse nel terzo quadrimestre del 2015) Microsoft cercherà di convincere più utenti possibili a passare al più recente sistema operativo, ma ad ogni modo chi deciderà di restare su Windows 7 potrà farlo tranquillamente fino al 2020 in piena sicurezza.

LEGGI ANCHE: Sapere fino a quando sarà supportato il proprio sistema operativo Windows e altri prodotti Microsoft

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati