Come installare e usare ancora le estensioni Chrome scaricate non dal Web Store

Trucco per continuare a installare e usare le estensioni Chrome scaricate non dal Chrome Web Store

Dal 27 Maggio del 2014 per ragioni di sicurezza Google sul suo browser internet Chrome ha dato inizio al blocco di tutte le estensioni scaricate da siti terzi ovvero non dal negozio ufficiale, il Chrome Web Store.

Di conseguenza per poter utilizzare tali estensioni è necessario aspettare che lo sviluppatore le pubblichi sul Chrome Web Store, oppure in alternativa utilizzare la versione del browser Canary o la Developer di Chrome sulle quali infatti è ancora possibile installare le estensioni non provenienti dallo Store ufficiale, trascinando e rilasciando l'annesso file .crx sulla pagina delle estensioni.

Ma con un piccolo trucco al momento è possibile forzare l'installazione e l'utilizzo delle estensioni provenienti non dal Chrome Web Store anche sulla versione stabile del browser senza dover dunque ripiegare alla versione Canary o Dev. Vediamo come fare.

1. Per prima cosa è necessario scaricare e salvare nel PC il file .crx dell'estensione Chrome di proprio interesse.

2. Ottenuto il file adesso lo si deve rinominare sostituendo il formato .crx con il formato .zip (es. nome-estensione.crx in nome-estensione.zip) e confermare cliccando il pulsante "Si" della notifica "Modificando l'estensione, il file potrebbe essere inutilizzabile" che verrà visualizzata subito dopo.

3. Verrà così creato un archivio ZIP dell'estensione in questione, dunque estrarre tutto il suo contenuto in un Nuova cartella.

4. Adesso avviare Google Chrome e aprire la pagina delle estensioni installate agendo da Menu > Strumenti > Estensioni oppure dalla barra degli indirizzi internet inviando chrome://extensions/. Giunti nella pagina delle estensioni, come nell'esempio sotto in figura:
in alto a destra della pagina abilitare la "Modalità sviluppatore" e a seguire cliccare il pulsante "Carica estensione non pacchettizzata" per indicare la cartella all'interno della quale precedentemente (vedi punto 3) si è estratto il contenuto dell'archivio ZIP dell'estensione ottenuto rinominando quest'ultima.

Ecco che subito dopo l'estensione in questione verrà installata su Chrome pronta per entrare in funzione. Ma affinché l'estensione possa funzionare correttamente è necessario non disattivare la Modalità sviluppatore e cliccare il pulsante "Annulla" della notifica "Disattiva estensioni in modalità sviluppatore" che verrà visualizzata ad ogni avvio del browser (sotto in figura):
nella quale Google ricorda agli utenti che "Le estensioni in esecuzione in modalità sviluppatore pèotreebbero danneggiare il computer. Se non sei uno sviluppatore, dovresti disattivare queste estensioni per la tua sicurezza." Dunque prendere atto di questo avvertimento e utilizzare il trucco appena descritto per installare estensioni Chrome per le quali si è sicuri della serietà dello sviluppatore.

Infine si potrebbe anche prendere in considerazione di contattare lo sviluppatore dell'estensione di proprio interesse, invitandolo a pubblicarla su Google Chrome così da non dover ricorrere a tali metodi alternativi per poter utilizzare il suo componente aggiuntivo.

LEGGI ANCHE: Scaricare le estensioni Chrome nel computer con un clic dal Web Store

2 commenti

Si, può essere utile caricare estensioni in questo modo, specie quando la connessione è limitata o assente, e non si può accedere al proprio account google. Grazie Vinnie.
Ho provato chrome 64 Bit, nessun problema di installazione, estensioni, stabilità e navigazione, mi resta quello dei video "scattosi", sia in flash che in HTML5, probabile che sia colpa del mio processore poco potente (AMD 1.6 GHz)

Rispondi

A questo punto si è probabile che sia colpa del processore. Ma il video va a scatti anche se imposti la qualità video più bassa disponibile? Su YouTube ad esempio.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati