Consigli per evitare di superare la soglia traffico dati su cellulare e tablet Android

Utili consigli per consumare meno dati su Android quando si è connessi a internet evitando di superare la soglia prevista dalla promozione o abbonamento della nostra compagnia telefonica

Con le varie promozioni delle compagnie telefoniche oggi più che mai si utilizza il cellulare e il tablet per navigare su internet.

Se da una parte è vero che tutti gli smartphone e tablet possono connettersi alla rete tramite WiFi, è anche vero che quando si è fuori casa trovare una rete WiFi disponibile non è molto facile, almeno da noi in Italia, di conseguenza per rimediare al problema si andrà ad attivare la connessione dati sfruttando il piano previsto dalla promozione o abbonamento stipulato con la nostra compagnia telefonica.

L'unico problema di questa tipologia di connessione è che i dati mensili a disposizione (solitamente 2 GB, 1 GB o anche meno) potrebbero finire presto a seconda dell'uso che si fa del telefonino o del tablet. E quando si supera la soglia dati disponibile le conseguenze sono due: navigazione internet lentissima fino al successivo rinnovo della promozione, e in altri casi a seconda della compagnia telefonica, addebito per i dati in eccesso consumati.

Per evitare di ritrovarsi in queste situazioni è dunque bene sfruttare e ottimizzare al meglio la connessione dati prevista dalla propria promozione/abbonamento e a tale proposito sotto a seguire andiamo a vedere una serie di utili consigli per evitare di superare la soglia traffico dati su cellulare e tablet Android.

1. Controllare sempre l'utilizzo dei dati consumati
Come appena detto, a seconda dell'abbonamento stipulato col fornitore della linea telefonica mobile, ogni mese sul cellulare o tablet si avrà a disposizione una soglia traffico dati fissa che ad esempio può essere di 2 GB, 1 GB o 500 MB.

Per evitare di raggiungere troppo in fretta tale soglia, ogni volta che si deve utilizzare la connessione dati è prima bene controllare quanti se ne sono già consumati a partire dall'inizio del rinnovo della promozione/abbonamento fino al giorno corrente in maniera tale da rendersi conto quanti ce ne sono ancora a disposizione, ovvero quanti dati è ancora possibile usare.
Su smartphone e tablet Android questa informazione la si può reperire rapidamente usando l'opzione integrata nel sistema operativo. Dunque, dopo aver attivato la connessione dati, accedere in Impostazioni > Utilizzo dei dati > Cellulare, qui in "Ciclo utilizzo dei dati" toccare il piccolo calendarietto e nel menu a tendina che comparirà toccare l'opzione "Cambia ciclo". Adesso indicare il giorno di ogni mese dal quale far partire il conteggio dei dati utilizzati. Ovviamente come giorno del conteggio del mese si andrà ad indicare quello in cui viene rinnovata la promozione/abbonamento mensile che si è stipulato, che nel mio caso avviene il 18 di ogni mese.

Infine nel grafico del ciclo utilizzo dati, trascinare tutto a sinistra il primo indicatore temporale (indicato dalla freccia gialla) per posizionarlo sul giorno del rinnovo della promozione; trascinare tutto a destra l'altro indicatore temporale (indicato dalla freccia fucsia) per posizionarlo sul giorno corrente. In questo modo subito sotto al grafico sarà possibile vedere quanti dati si è consumato dal giorno del rinnovo della promozione/abbonamemento a oggi, nel mio caso 754 MB.

In alternativa, ma non con la stessa precisione, per verificare i dati consumati e quelli rimanenti si può usare l'applicazione gratis Onavo Count per Android e iPhone.

2. Ricevere un avviso quando si sta per raggiungere la soglia dati
Per prudenza è bene attivare la funzionalità che ci avvisa quando stiamo per raggiungere la soglia dati mensile disponibile così da non sforarla senza preavviso. Su Android si può usare l'apposita funzione predefinita del sistema operativo andando, dopo aver attivato la connessione dati, in Impostazioni > Utilizzo dei dati e qui abilitare l'opzione "Limite utilizzo dati".

Dunque nel grafico ciclo utilizzo dei dati agire sull'indicatore di colore rosso per indicare quanti dati abbiamo a disposizione con la nostra promozione/abbonamento, mentre con l'indicatore arancione indicare a quale quantitativo di dati consumati arrivati si desidera ricevere l'avviso che si sta per raggiungere la soglia limite. Sarebbe bene settare tale avviso a non meno di 100 MB dalla soglia limite così da avere ancora un discreto quantitativo dati a disposizione; nel mio caso avendo a disposizione 2 GB di dati ogni mese, ho settato l'avviso a 1.7 GB ovvero 300 MB prima del raggiungimento della soglia limite.

LEGGI ANCHE: Disattivare connessione dati in automatico raggiunto il limite specificato (Android)

3. Comprimere l'utilizzo dei dati
La compressione gioca un ruolo importante per risparmiare dati preziosi durante la navigazione internet con smartphone e tablet.

La versione del browser internet Google Chrome per Android e iPhone, come abbiamo già visto nel dettaglio in questa guida dedicata, è provvista dell'ottima funzionalità "Riduci l'utilizzo dei dati" grazie alla quale una volta attivata è possibile risparmiare fino al 50% in consumo dei dati in quanto le pagine web che si andranno a visitare e il loro annessi contenuti verranno preottimizzate automaticamente dai server di Google e restituite all'utente alleggerite rispetto al normale.

Anche il browser internet Opera Mini per Android e iPhone è provvisto di tale caratteristica, fra l'altro già prima di Chrome. Per il medesimo scopo è disponibile anche l'applicazione gratis Onavo Extend per Android e iPhone.

4. Precaricare i contenuti
Uno dei migliori modi per risparmiare dati preziosi è di precaricare, sfruttando la connesisone WiFi che è illimitata, tutti i contenuti internet che potrebbero servirci da qui a qualche ora o giorno. Invece di riprodurre video e musica in streaming, che appunto causano consumo di dati, sarebbe più conveniente scaricarli in WiFi o trasferirli dal computer sulla memoria del cellulare o tablet così da poterli avviare senza doversi connettere a internet in dati.

A tale proposito sempre per risparmiare dati potrebbero tornare utili le guide su come usare Google Maps offline e come usare Google Traduttore offline.

LEGGI ANCHE: Ascoltare musica YouTube in sottofondo su Android risparmiando traffico dati.

5. Utilizzare una connessione dati lenta
Questo è un più uno stratagemma psicologico che tecnico. Solitamente quando la connessione è lenta si naviga di meno su internet proprio per il fatto che le pagine impiegano troppo tempo a caricare, dunque si visitano quelle strettamente necessarie e una volta acquisite le informazioni di proprio interesse si chiude tutto e ci si disconnette da internet. Viceversa se invece si utilizza una connessione veloce (4G ad esempio) che permette un rapido caricamento delle pagine di conseguenza si è più incoraggiati ad aprire anche quelle non importanti, dunque si resterà più su internet consumando così più dati.

Prendendo atto di ciò, se non si riesce a mettersi un freno, quando è possibile utilizzare una connessione più lenta come 3G o EDGE/GPRS, così da limitarsi a visitare i contenuti internet effettivamente di cui si abbisogna senza perdersi nella tante "trappole ciuccia tempo" del web.

6. Chiudere le applicazioni in background
Quando si esce da un'applicazione in alcuni casi tale app non viene chiusa bensì resta ancora in esecuzione in background determinando così oltre la consumo della batteria, anche un consumo di dati se l'applicazione in questione utilizza la connessione internet.

E' dunque importante verificare che le applicazioni vengano effettivamente chiuse. Per fare ciò su Android si deve tenere premuto il tasto "Home" per circa due secondi, accedere nella scheda "Gestione attività" e come nell'esempio sopra in figura, cliccando il corrispondente pulsante "Fine", terminare le eventuali app ancora in esecuzione.

7. Limitare l'utilizzo dei dati in background da parte di singole e specifiche applicazioni
Preso atto di quanto visto nel punto precedente, per sicurezza, ovvero qualora ci si dimentichi di controllare se ci sono app in esecuzione in background, in via preventiva potrebbe essere bene limitare il consumo dei dati da parte di specifiche applicazioni quando stanno girando in background.

Per fare ciò su Android andare in Impostazioni > Utilizzo dei dati, scorrere la schermata verso il basso e nella lista delle app che usano la connessione internet individuare e toccare quella che si desidera limitare. Nella schermata descrittiva dell'app appena selezionata non resta che abilitare l'opzione "Limita i dati in background" e confermare. Finito. Da questo momento in poi quando quell'app resterà attiva in background non consumerà più dati.

8. Disattivare gli aggiornamenti automatici delle app
Come tutti i possessori di uno smartphone o tablet Android sanno, le applicazioni si scaricano e si aggiornano tramite Google Play. Download delle app a parte (che è sempre preferibile effettuare in WiFi quando è possibile), anche l'aggiornamento delle applicazioni causa consumo dei dati e proprio per questo motivo pure in questo caso è preferibile agire quando si è connessi in WiFi.

Attenzione però, nelle impostazioni del proprio Google Play è bene assicurarsi che non sia attivato l'aggiornamento automatico delle app quando il cellulare è connesso a internet in dati. Più nello specifico avviare Google Play e accedere in Impostazioni > Aggiornamento automatico app. Qui verificare che non sia attiva l'opzione "Aggiorna automaticamente le app in qualsaisi momento" in quanto per effettuare gli aggiornamenti, se è attiva, verrà impiegata la connessione dati con conseguente consumo di dati. Preferire invece l'opzione "Aggiornamento automatico app solo tramite Wi-Fi" oppure l'opzione "Non aggiornare automaticamente le app".

9. Disattivare la connessione dati quando non la si deve utilizzare
Non ha senso tenere attiva la connessione dati se non serve. Dunque quando si è finito di adoperarla è bene disattivarla, in questo modo oltre che a risparmiare carica della batteria si eviteranno eventuali inutili consumi di dati dovuti magari alle app che utilizzano internet e che stanno girando in background, come abbiamo visto prima.

LEGGI ANCHE: Bloccare la connessione dati su Android anche se si attiva per sbaglio

10. Bonus
- Ridurre consumo dati sul cellulare con YouTube ripoducendo i video HD solo in WiFi
- Disattivare la riproduzione automatica dei video di Facebook per risparmiare traffico dati su Android, iPhone e computer

LEGGI ANCHE: Consigli per aumentare la durata della batteria su Android

21 commenti

Informazioni utilissime. Grazie.

Rispondi

complimenti da te si impare sempre argomenti nuovi e assai utili possibilmente per chi come me non ne sa niente..Ti volevo chiedere visto che al momento la mia tariffa non comprende il web è indispensabile averlo? non lo uso in giro,uso il web principalmente tramite pc,è possibile fare come suggerisci te fare tramite via wi-fi da casa e poi usare ofline? necessità di un antivirus lo smartphone? quale consiglieresti?gli smartphone datati con android con vecchie versione che vendono in offerta ormai datati si possono aggiornare ? consiglieresti l'acquisto?Spero di non essere stato troppo lungo e chiaro.Buona giornata...un tuo fedele lettore..

Rispondi

scusa per le troppe domande.

Rispondi

Ciao, nessuno disturbo è che non sempre riesco a rispondere tempestivamente alle domande. Allora, andando in ordine.

1. Con un piano dati internet dal cellulare puoi navigare sul web anche senza il WiFi, quindi la comodità sta in questo fatto. Non è assolutamente indispensabile a patto che non ti serva essere connesso per motivi lavorativi costantemente. Ad ogni modo dato che comunque al mese suppongo tu faccia almeno una ricarica da 10 euro, sarebbe più conveniente attivare per lo stesso costo mensile una delle promozioni messe a disposizione dalle varie compagnie telefoniche che per quel tanto ti danno un certo tot di minuti di chiamate gratis, un tot di messaggi gratis e un tot di connessione dati gratis (solitamente 2 GB o 1 GB).

2. L'antivirus lo consiglierei nel caso in cui col cellulare si visitano siti web particolari e a rischio, e se si installano app non ufficiali, non dal Google Play. Come antivirus gratis per Android vanno bene Avast o AVG.

3. Per i vecchi smartphone dipende dal modello del cellulare. In alcuni casi la versione Android si può aggiornare a una più recente e in altri casi no. Se il cell è usato prima di acquistarlo cerca su Google se è possibile aggiornare la versione Android. Se lo devi comprare dal negozio chiedi al commesso. Ti consiglierei l'acquisto di un vecchio smartphone solo se lo devi usare principalmente per chiamare, inviare messaggi e controllare le email. Se invece lo si anche per giocare, guardare video ecc, molto probabilmente riscontrerari rallentamenti piuttosto fastidiosi.

Buona serata ;)

Rispondi

Ciao GRAZIE GRAZIE GRAZIE PER TUTTO.SEI DAVVERO UN MITO! quante cose che sai..Ho guardato sul sito che hai indicato e ho visto che la maggior parte è a pagamento,il costo ti viene scalato dal credito del cellulare? le app che hai indicato mi sembra che siano gratuite,per scaricare ho visto che dal pc mi richiede un account di posta elettronica di gmail,anche sullo smartphone è uguale? Volendo prendere un samsung galaxy ace 2 che è vecchiotto ma a me interessa pricipalmente per telefonare,sms,foto,e per mettere su le app che hai indicato nelle precedenti guide inerenti al traduttore,foto traduttore,alle mappe,me lo consiglieresti?fa bene le foto? si possono togliere le app che non ti interessano preinstallate? quante app si possono installare di solito?fai delle guide davvero formidabili che proprio non immaginavo..Ancora grazie per la tua disponibiltà.Buona serata.ps. scusa tantissimo se sono stato lungo e ti ho fatto un sacco di domande ma solo tu spieghi così bene e dettagliatamente,te lo dice un inesperto..

Rispondi

Il sito che ho indicato, ovvero Google Play, è lo store ufficiale di Android; è da li che si scaroicano i contenuti per smartphone e tablet Android, gratis e a apagamento. AVG e Avast sono disponibili anche in versione gratis e la versione gratis va più che bene. Il costo viene salato da una carta di credito che devi configurare come metodo di pagamento nelle impostazioni. Si, essendo Android di proprietà Google devi avere un account Google e Gmail.

Anche io ho il Samsung Galaxy Ace 2, ma te lo sconsiglio perché si impalla non spesso ma di frequente (tieni però conto che testo svariate app e configurazioni). Tutte le app di tutte le guide Android pubblicate sono testate con il Galaxy Ace 2 quindi tranquillo che funzionano dalla prima all'ultima. La fotocamera è da 5 Megapixel e può andare bene nella maggior parte dei casi. Per il numero delle app non c'è un limite, l'unico limite sarà la memoria del telefono che andrà ad esaurirsi se installi svariate app in quanto occuperanno tutto il suo spazio; comunque risolvi facilmente aggiungendo una microsSD di memoria aggiuntiva. Le app preinstallate si si possono rimuovere, alcune no ma possono essere disattivate comunque.

Più che il Galaxy Ace 2 restando su quella fascia di prezzo opterei per il Samsung Galaxy Core che ha un processore più potente e più memoria RAM, oppure il Samasung Galaxy Ace 3 che è simili al Core. ;)

Rispondi

Ciao GRAZIE MILLE per le tue utlissime info..ti volevo chiedere se non sono troppo pretenzioso altre due info..

Se prendessi un altro samsung le tue guide passo a passo sono uguali nei procedimenti?
Come si fanno disattivare quelle che non si possono disinstallare?
Ho notato che nel samsung galaxy core ci sono 2 modelli il plus g 350 e il i8260 quale dei due è migliore?
non capisco molto quando scrivono le caratteristiche tecniche...
ho letto la recensione di plus g 350 su tecnozoom,prima dicono nei contro che le foto non vengono bene,poi si mi fanno venire dei dubbi per me oltre la batteria buona la cosa pricipale è la fotocamera.Che ne pensi?da me lo vendono in offerta a 149 e il samsung 2 a 129 ma era sceso fino a 98.Il 3 non lo trovo da me.
Lo schermo del samsung galaxy 2 è ben visibile al sole?
nel samsung galaxy ace 2 quante app hai installato?
Quanto diventa lento si può fare come nel pc il defrag per velocizzarlo?
puoi sempre fare aggiornamenti firmawere per android oppure dopo un tot come per xp devi cambiare ? non vorrei che i cell datati abbiamo questo problema,in quanto prima il 2 costava 300 e non me lo potevo permettere, adesso che è sceso non vorrei fare uno sbaglio enorme.
Quando una cosa mi interessa mi piace sapere e a volte sono troppo rompi..PERDONO..PERDONO00000000...
capirò se non risponderai..
BUONA GIORNATA.GRAZIE GRAZIE SONO SENZA PAROLE PER LA TUA GENTILEZZA.

Rispondi

capisco ma ci contavo..almeno qualche risposta se non tutte ,lo so è un controsenzo va be..

Rispondi

Ripeto, non sempre posso rispondere tempestivamente ai commenti, ma lo faccio appena posso. Andando in ordine:

1. Si le guide sono uguali, può cambiare qualche cosa nelle verisoni più recenti di Android, ma solo lievemente quindi nessun problema.

2. Il Plus ha più memoria RAM (dunque dovrebbe essere un po' più veloce) leggi qui la comparazione tra i tre modelli del Galaxy: http://www.phonebunch.com/compare-phones/samsung_galaxy_core_i8260-876-vs-samsung_galaxy_core_i8262-877-vs-samsung_galaxy_core_plus-1237/

3. La fotocmera è sempre 5 Megapixel in tutti e tre i modelli. Le foto vanno bene per qualsiasi utilizzo comune. Per uso più professionale ovviamente no, in quel caso punti a un amacchina fotogafica o a uno smrtphone con almeno 8 megapixel ovviament spendendo di più.

4. Come tutti gli smrtphone lo schermo al sole non si vede una mazza ;)

5. Non ho contato le app installate. Comunque ne ho installate molte e disinstallate altrettante. Ripeto, devi ragionare in quantità di memoria disponibile non in numero di app che ci stanno. Se installi 2 app da 2 GB hai finito la memoria; se installai app da 10 MB ce ne stanno anche 400 (per farti un esempio). Ma più app installi più si inchioda il cellulare, soprattutto questi di fascia bassa.

6. Quando diventa lento disinstalli le app che nn ti servono ed elimini tutti i file inutili. Volendo lo puoi anche resttare alle impostazioni di fabbrica e riportarlo come nuovo (ovviamente perderai tutti i dati salvati facendo il reset, quindi provvedi prima nel salavare tutto ciò che vuoi rimetterci su).

7. Fai sempliemente gli aggiornamenti di sistema che ti verranno automaticamenti notificati. Niente di più

Ti ricordo che questi sono cellulari di fascia bassa, quindi non puoi pretendere tanto da questi smartphone. Diversamente aggiungi 200 euro al tuo budget e acquista un telefonino di fascia più alta. Spero siano sufficienti le informazioni, ciao :)

Rispondi

si si grazie per la pazienza e scusa...

Rispondi

Di niente, nessun disturbo ;)

Rispondi

Help me !!!!

Buonasera a tutti,
collegata ad una rete wifi, con Iphone in modalità NON IN AEREO, cosa utilizza la connessione ? WIFI o dati del cellulare ????
Grazie

Rispondi

Ciao. In "Modalità aereo" attiva il cellulare non può connettersi né in WiFi né in dati. Se è disattiva sei tu che dal pannello di controllo decidi se attivare la connesisone WiFi o Dati toccando la corrispondente icona.

Rispondi

Ciao tutti. Il mio Mediacom 500 non cambia ciclo utilizzo dati wifi. Qualcuno sa come devo fare ?? Grazie

Rispondi

Ma una funzione che stacca la connessione al raggiungimento della soglia del giorno nel mio caso 1 gb?esiste

Rispondi

Si con l'app integrata "Utilizzo dei dati" ne ho parlato qui:

http://www.guidami.info/2015/10/disattivare-connessione-dati-in-automatico-android.html

Rispondi

Purtroppo per il punto 9 esiste una cointroindicazione.
Infatti, se stacchi la connessione, molte, moltissime app, al riabilitamento della connessione si bloccano o addirittura non la riconoscono, costrngendoti a reinstallare. Che è peggio. C'è un rimedio?

Rispondi

In anni di utilizzo mai capitata una cosa così. Molto probabile che c'è qualcosa che non va sul tuo smartphone. Disattivando la connesisone dati stai spegnendo internet e stop non stai facendo altro. La connessione dati è progettata per essere attivata e disattivata, nessun produttore di smartphone e sviluppatore di app creerebbe qualcoa che se gli stacchi internet si impalla e va reinstallata.

Rispondi

Succede anche a me con un Huawey P9. In particolare succede per le app che usano di base maps arricchendolo (prezzi benzina, just eat. ...:. Il problema, che prima era occasionale, è più evidente con Android 6 che permette di inibire la rete per singola app e quindi per tempi più prolungati. Forse gli sviluppatori di queste app si sono mossi in un contesto di movimento ed hanno considerato inefficiente provare prioritariamente la rete wifi e probabilmentesi crea una coda di aggiornammenti.

Rispondi

Può essere, ma di certo è un caso non la regola perché allora se fosse sempre così avrebbero reso impossibile disattivare la connessione internet sugli smartphone. Sul mio Huawei G Play Mini mai avuto problemi in tal senso.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati