Animare una foto in video con zoom panoramico (Effetto Ken Burns)

Specialmente nei documentari, quando non ci sono a disposizione riprese, ma soltanto foto, che riguardano il soggetto di cui si sta parlando, ad esempio un personaggio storico, per dare continuità al filmato di solito vengono animate in video le immagini (con zoom in avvicinamento o viceversa con zoom in allontanamento) che ritraggono quel soggetto in modo tale da poter raccontare comunque su di esse una storia; questo effetto si chiama Effetto Ken Burns.

Chi vorrebbe applicare tale effetto alle proprie immagini, su Windows può farlo facilmente utilizzando il programma gratis KenSentMe con il quale appunto, facilmente, è possibile ottenere il video da un’immagine con effetto zoom in avanti o indietro. Vediamo come procedere.

1. Dopo aver scaricato e avviato l’applicazione (è basata in Java), nella finestra “Set project settings” che verrà visualizzata (sotto in figura):

KenSentMe settaggi

in Image indicare la foto che si desidera trasformare in video, in Directory indicare una cartella vuota nella quale si desidera salvare il filmato che verrà generato al termine del processo. In Resolution è possibile selezionare la risoluzione video preferita e in Frames/Second i fotogrammi per secondo; infine attivando l’opzione Simulate shaking si potrà dare al filmato l’effetto mosso, in movimento. Confermare cliccando il pulsante OK.

2. La foto in questione verrà così aperta nell’editor del programma (esempio sotto in figura):

KenSentMe tracciare area foto da convertire in video

Con il tasto sinistro del mouse, tenendolo premuto, non si deve fare altro che tracciare un quadrato sull’area dell’immagine dalla quale far partire l’animazione video, e proseguire disegnando altri quadrati fino a tracciare l’ultimo sull’area della foto nella quale si desidera concludere il filmato.

N.B. Nel filmato sarà visibile soltanto la porzione di foto sulla quale è tracciato il percorso dei quadrati. Il filmato inizierà dalla porzione dell’immagine sulla quale si è disegnato il primo quadrato e si concluderà con la porzione della foto sulla quale si è tracciato l’ultimo quadrato.

Più grande è il quadrato, minore sarà lo zoom della porzione dell’immagine interessata; viceversa più piccolo è il quadrato tracciato maggiore sarà lo zoom di quell’area di foto nel filmato.

Nell’esempio sopra in figura la mia intenzione è di concludere il video con uno zoom ravvicinato sul casco dell’astronauta (quadrato più piccolo), partendo da una panoramica che riprende un’area maggiore della foto, nello specifico le gambe dell’astronauta e una porzione di Terra (quadrato più grande).

In questo modo nel filmato che otterrò, esso inizierà mostrando l’area dell’immagine compresa dentro il quadrato più grande (che è il primo che ho tracciato), spostandosi mano a mano a destra verso l’alto per concludersi appunto con una zoomata in avvicinamento sul casco dell’astronauta sul quale ho tracciato l’ultimo quadrato, quello più piccolo.

La velocità di spostamento dipende dal valore Frames/Second precedentemente indicato; ovvero maggiore è questo valore, minore sarà la velocità di spostamento e viceversa.

3. Una volta tracciato il percorso, nella barra degli strumenti di KenSentMe cliccare il pulsante Generate mjpeg movie e nella finestra “Mjpeg movie generator” che verrà visualizzata (sotto in figura):

KenSentMe creare il video dalla foto

in Jpg-Quality selezionare la qualità desiderata dei frame dell’immagine (più è alta, maggiore è la dimensione del file video che si otterrà), quindi cliccare il pulsante Generate per creare il video.

Il video ottenuto sarà reperibile nella cartella di salvataggio precedentemente indicata (vedi passo 1). Per comprendere meglio cosa fa l’effetto Ken Burns ecco il video che ho ottenuto dalla foto con KenSentMe:

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8

Dimensione: 1.63 KB

Download KenSentMe

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati