Impostare una canzone come sveglia su iPhone, iPad e iPod con iOS 6

Impostare una canzone come sveglia su iPhone, iPad e iPod con iOS 6

Con il recente rilascio di iOS 6 tante sono le modifiche apportate al sistema operativo dell’iPhone, iPad e iPod touch. In questo articolo abbiamo ad esempio visto la nuova veste grafica dell’applicazione Trova il mio iPhone e come si usa.

Sembra strano ma fino alla versione iOS 5 quando si andava a settare una sveglia, come allarme era possibile impostare solo le musiche (Suonerie) predefinite messe a disposizione, come ad esempio marimba, anatra, campane, riff di pianoforte e così via.

Ovvero era impossibile poter usare come suoneria della sveglia una canzone della libreria audio, magari il proprio brano preferito. L’aggiornamento a iOS 6 ha finalmente rimediato a tale mancanza, dunque adesso su iPhone, iPad e iPod touch si può impostare una canzone come suono della Sveglia. Vediamo come.

Una volta aperta l’applicazione Orologio>Sveglia, premere il pulsante + per creare una nuova sveglia oppure toccare il pulsante Modifica per modificarne una già esistente. In entrambi i casi ci si ritroverà davanti alla schermata Modifica (sotto in figura):

Usare una canzone come sveglia dell'iPhone, iPad, iPod touch

nella quale si deve premere il tasto Suono (evidenziato in rosso) per accedere alla corrispondente e omonima schermata. Nella finestra Suono infatti si potrà notare che adesso è disponibile il campo Brani e non solo quello Suonerie (a quale ci si era abituati nelle versione iOS precedenti alla 6).

Dunque nel campo Brani toccare il pulsante Scegli un brano (evidenziato in verde) ed ecco che verrà visualizzata la lista di tutte le canzoni della libreria musicale caricate sul dispositivo. Non resta che selezionare quella di proprio interesse e confermare il tutto. Da ora in avanti la sveglia dell’iPhone, iPad e iPod touch come suono riprodurrà il proprio brano musicale preferito e non più obbligatoriamente le suonerie predefinite.

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati