Abilitare il protocollo https sui maggiori siti internet per tenere al sicuro i propri dati

Abilitare il protocollo https sui maggiori siti internet per tenere al sicuro i propri datiIl protocollo https viene utilizzato per garantire la riservatezza dei dati personali di un utente digitati nelle pagine internet, criptandoli in modo tale da non correre il rischio che tali informazioni vengano sottratte da malintenzionati.

Va da se la fondamentale importanza del https su i siti bancari e dove si effettuano transazioni di denaro online e in generale su tutte quelle pagine internet che richiedono l’inserimento di dati strettamente personali e sensibili.

In vari siti dove è palese che vi sia il protocollo https (banche online, ebay, paypal e via dicendo), il normale protocollo http viene automaticamente sostituito dal protocollo https.

Da impostazione predefinita però su molti altri e anche noti siti web che comunque lo prevedono, non viene applicato il protocollo https quindi in questi casi si potrebbe correre il rischio di farsi sottrarre le informazioni digitate.

Normalmente, per quanto riguarda i siti web più noti come ad esempio Facebook, Twitter e altri, che prevedono il protocollo https ma non lo applicano di default (per Facebook c’è anche questa soluzione), è sufficiente aggiungere una s subito dopo http dell’indirizzo del sito internet in questione che dunque diventerà https.

Tale protocollo non è disponibile per tutti i siti, ma basterà provare e al limite se non è fattibile si verrà avvisati con una finestra di notifica.

Ma nel caso in cui si desideri che il protocollo https venga abilitato automaticamente su i siti internet che lo prevedono ma non lo usano di default, senza dover dunque digitare manualmente la s dopo http, per alcuni dei maggiori browser Internet attualmente utilizzati (Chrome, Firefox e Opera), è possibile installare un’apposita estensione che richiama l’https in automatico su tutte quelle pagine sul quale è possibile farlo. Andiamo dunque a vedere questi addons.

1. Firefox – Per abilitare in automatico il protocollo https sui siti visitati con Firefox, si deve installare l’addon HTTPS Everywhere, disponibile al download free in questa pagina.

L’addon in automatico applica l’https a 35 siti internet fra i quali Facebook, Twitter, Google Search, Amazon e vari.

Accedendo in Strumenti–Componenti aggiuntivi ed entrando nelle opzioni di HTTPS Everywhere è possibile selezionare o deselezionare i siti di proprio interesse.

2. Google Chrome – Per Chrome invece si deve usare l’estensione KB SSL Enforcer scaricabile gratuitamente da questa pagina, la quale forza il protocollo https dove è possibile.

Dalle opzioni dell’estensione è anche possibile creare Blacklist e Whitelist.

3. Opera – Su Opera invece si deve usare l’estensione Redirect to HTTPS scaricabile liberamente da questo indirizzo, la quale una volta installata e dove possibile, reindirizzerà la pagina sensibile al suo protocollo https per una navigazione sicura con il sito internet in questione.

Anche per Redirect to HTTPS è possibile personalizzare le impostazioni riguardo ai siti previsti accedendo alle opzioni dell’addon.

N.B. In alcuni siti il protocollo https potrebbe rallentare seppur di poco la connessione in quanto richiede un maggiore utilizzo della larghezza di banda.

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati